Fratelli d'Italia: Chi controlla i centri di preghiera o le "moschee abusive"? - Piu Notizie

Fratelli d’Italia: Chi controlla i centri di preghiera o le “moschee abusive”?

Redazione

Fratelli d’Italia: Chi controlla i centri di preghiera o le “moschee abusive”?

martedì 20 Luglio 2021 - 18:56
Fratelli d’Italia: Chi controlla i centri di preghiera o le “moschee abusive”?

Diversi anni fa si discusse molto sulla necessità o meno di costruire una moschea nella zona bassette. Molti si opposero, fra i quali il sottoscritto, ma alla fine fu costruita quella che tutti sanno essere la seconda moschea più grande d’Italia. Fra i motivi addotti da chi riteneva utile tale costruzione vi era il fatto che, senza un adeguato luogo di preghiera, sarebbero sorte delle moschee clandestine.

A distanza di qualche anno, purtroppo, si deve constatare che la presenza della seconda moschea più grande d’Italia non ha certo impedito il proliferare di altre moschee più o meno irregolari che, oltre a non essere luoghi idonei, causano disagio a chi risiede nei paraggi. Un esempio di questo è il centro di preghiera di via Bosi Maramotti il quale, senza dubbio, non è ubicato in una zona adeguata. Esso, infatti, sorge in un locale adibito ad uso ufficio, al pian terreno di un condominio di civile abitazione e, chiunque passi non soltanto il venerdì, può notare una gran quantità di persone, come da documentazione fotografica allegata che, sostando al di fuori dell’edificio, sotto i porticati e fin davanti alle porte di ingresso, impedisce il passaggio a chi sta tornando a casa. Oltre a questo, ultimamente, si sono riscontrati anche atteggiamenti aggressivi nei confronti dei residenti, specialmente se si tratta di donne, l’ultimo risale a pochi giorni fa. Una moschea, inoltre, come qualsiasi altro luogo di culto, deve rispettare determinate norme urbanistiche e, visto il particolare momento, anche igienico-sanitarie e siamo sicuri che il centro di preghiera in questione le rispetti? Purtroppo vi è il brutto vizio di essere fiscali quasi fino all’esagerazione per tutto ciò che riguarda attività gestite da italiani, mentre si tende ad essere più accondiscendenti verso ciò che è gestito da stranieri. Tutto ciò non è tollerabile, poiché, oltre a causare disagio, altro non fa che fomentare sentimenti di ostilità. Voglio, infine, soffermarmi su un particolare importante, poiché riguarda la sicurezza di tutti. È innegabile che il terrorismo di oggi abbia una chiara matrice islamica ed è altrettanto innegabile che, spesso, luoghi di reclutamento siano i centri di preghiera poco controllati, per questo mi chiedo se l’amministrazione sappia quanti siano le sale di preghiera più o meno abusive presenti nel comune e se siano adeguatamente controllate.

Alberto Ferrero

Portavoce Prov. Fratelli d’Italia

Piùnotizie.it

Iscr. Registro Stampa del Tribunale di Ravenna al N°1424 del 19/01/2016

Direttore Responsabile: Salvatore Sangermano

Editore: London & Comunicazione

CF. P.iva - 02198490399

Contatti: redazione@piunotizie.it

© E’ vietata la riproduzione, con qualsiasi strumento, anche parziale, di testi foto e video contrassegnati dalla scritta “Riproduzione vietata “ se non autorizzati dall’Editore in forma scritta.

Piunotizie.it è una testata associata a USPI, Unione Stampa Periodica Italiana