Home / Toccare  / Delegazione faentina in visita a Talavera de la Reina, città di antica tradizione ceramica “gemella” in Spagna

Delegazione faentina in visita a Talavera de la Reina, città di antica tradizione ceramica “gemella” in Spagna

Foto: delegazione in visita a Talavera de la Reina

Nell’ambito delle relazioni internazionali e in occasione della tradizionale Festa de Las Mondas, nel fine settimana appena trascorso, una delegazione dell’amministrazione comunale manfreda si è recata a Talavera de la Reina, città famosa nel mondo per le sue ceramiche, per uno scambio culturale con i rappresentanti della città gemellata.

Las Mondas è una festa spagnola di rilievo nazionale che rappresenta il momento istituzionale più alto e rappresentativo per la città di Talavera che, per l’occasione, invita città gemellate; dopo la cancellazione della manifestazione sia nel 2020 che nel 2021, in questa prima edizione post- pandemia significativa per la città di Talavera, l’omonima città peruviana di Talavera de la Reyna e Faenza.

La delegazione manfreda era rappresentata dall’assessore con delega all’Europa, Davide Agresti, e dalla dirigente del Settore Cultura, Benedetta Diamanti.

Sabato mattina gli ospiti sono stati ricevuti dalla sindaca Tita García Élez, che ha voluto dare loro un particolare benvenuto per ringraziarli della partecipazione a Las Mondas e alla Grande Processione, sottolineando la soddisfazione per l’incontro dopo due lunghi anni di assenza a causa della pandemia e auspicando una forte ripresa delle relazioni troppo a lungo sospese. Particolarmente calorosa è stata l’accoglienza e l’amicizia manifestata da tutta l’amministrazione municipale di Talavera agli ospiti internazionali.

Las Mondas è un festeggiamento di antichissima tradizione di epoca romana e che, nell’ambito della festa religiosa dedicata alla Vergine del Prado, protettrice di Talavera, ricorda e celebra l’antica cultura agricola, il legame con la terra e gli animali, le tradizioni musicali, balli e costumi del territorio. Momento principale dei festeggiamenti è stato l’imponente corteo del sabato pomeriggio nel quale per ore sfilano lungo le vie della città i rappresentanti in costume delle tradizioni locali, gli amministratori e tutti gli abitanti fino alla basilica de ‘Ntra Sra del Prado’.

La visita in Spagna è stata anche l’occasione per una verifica congiunta del procedimento per confermare l’ingresso di Talavera nel network della Strada Europea della Ceramica: all’interno della Strada infatti, che fa capo al Consiglio d’Europa ed ha presidenza e direzione a Faenza, non poteva mancare la presenza della città spagnola, alla luce della sua antica tradizione ceramica.

«Quelli trascorsi a Talavera -dice l’assessore Davide Agresti– sono stati giorni importanti per riallacciare i rapporti internazionali, dopo due anni complessi dovuti alla pandemia. La municipalità della città nel centro della Spagna condivide con noi una storia ceramica importante e un’attenzione alle tradizioni di comunità. Il dialogo reciproco, siamo sicuri, porterà a nuovi progetti da sviluppare insieme».

«Talavera -sottolinea Benedetta Diamanti– è una città in cui tante persone conoscono e ricordano persone e ceramisti di Faenza, in cui la presenza della ceramica si avverte in ogni angolo della città. Molto proficuo è stato l’incontro con l’assessore Maria Jesus Perez Lozano, con cui abbiamo definito gli ultimi aspetti affinchè Talavera possa unirsi a Faenza e alle importanti realtà della Strada europea della Ceramica, in un’ottica di forte ripresa delle azioni dedicate alla valorizzazione del nostro patrimonio culturale e della nostra ceramica».