Home / Spettacoli  / Danza, musica e arte al Teatro Masini di Faenza con “Pensavo peggio”

Danza, musica e arte al Teatro Masini di Faenza con “Pensavo peggio”

pensavo peggio

Giovedì 13 ottobre alle 21 presso il Teatro Masini di Faenza andrà in scena lo spettacolo “Pensavo peggio”, una miscela di danza e musica ma soprattutto pensieri. Esso è il racconto nato dal bisogno di condividere la storia di Cristina Drei, 43 anni, di Faenza, che, all’età di 30 anni, ha scoperto di avere il cancro al seno. Durante questi 13 anni ha vissuto sulla sua pelle il dolore e le difficoltà della malattia, che stravolge rapidamente l’aspetto, non solo fisico ma anche e ancor di più quello psicologico.

 

“Come stai bene…pensavo peggio!” è la frase che molto spesso sentono dirsi le donne che scoprono di essere colpite da tumore e che a volte si sentono giudicate per occuparsi del loro aspetto esteriore durante il loro percorso. Anzi spesso sentono ripetersi: “Hai il cancro! Non dovresti preoccuparti di perdere i capelli! Metti una parrucca e via!”  oppure: “Eh! ma poi le tette te le rifanno più belle!”; o ancora: “Le sopracciglia? Le tatui e stai meglio di prima!”. In realtà, voler mantenere la propria femminilità in un momento durante il quale il proprio corpo sta cambiando drasticamente, è necessario, come lo è provare piacere quando la vita sembra ti stia portando via tutto, dove amarsi rimane sempre l’obiettivo finale.

 

Lo spettacolo affronterà quindi alcuni cliché sul cancro: le battute sui capelli, quelle sul seno rifatto e sull’immagine che si suppone la donna debba avere mentre affronta la malattia e di come si possa dare un’altra interpretazione a tutto questo concentrandosi sulla scoperta, la curiosità e il divertimento che si possono vivere anche lungo un percorso così doloroso. Sarà il racconto di Cristina ma allo stesso tempo di tante donne che si riconoscono nel suo vissuto, un momento catartico dove la paura si intreccia con l’ironia e la passione per la vita.

 

‘Pensavo peggio’ ha le coreografie originali di Cristiano Buzzi, in arte Kris, ballerino e coreografo hip-hop di livello internazionale che ha calcato importanti palchi europei e internazionali anche come giurato in diverse competizioni. Coinvolto in grandi produzioni come ‘Amici’ di Maria De Filippi, Buzzi, è direttore artistico di eventi e contest internazionali e fondatore, insegnante e direttore della ‘KC Hiphop Dance School’ di Bologna. Assieme a Kris e Cristina si unisce nella direzione artistica Alimah Grasso, classe 1994, ballerina e coreografa di danza contemporanea che porteranno in scena lo spettacolo con un cast di otto danzatori professionisti. Protagonista del gruppo, che interpreta la parte di Cristina Drei, è Vittoria Markov, ballerina professionista con all’attivo importanti partecipazioni nazionali e internazionali che sarà affiancata da Salvatore Perugini, Eleonora Blanco, Mattias Amadori, Anna Donati, Daniele Nocchi, Giulia Alvear Calderon e Simone Terribile.

 

La mattina di giovedì 13, sempre al teatro Masini, lo spettacolo, che si avvale del sostegno dell’associazione per la prevenzione del tumore al seno, Fiori d’Acciaio, verrà messo in scena per 450 studenti delle scuole superiori della città, un momento fortemente voluto da Cristina Drei con il sostegno del Comune di Faenza, per potersi confrontarsi sul tema della malattia. Gli studenti potranno porre domande anche ai ballerini e ai volontari dell’associazione Fiori d’Acciaio da anni impegnata nella prevenzione. Alla conferenza stampa di questa mattina hanno partecipato tra gli altri Cristina Drei, Cristiano Buzzi, Alimah Grasso, Patrizia Ruggieri dell’associazione Fiori d’acciaio e gli assessori Martina Laghi e Davide Agresti.

 

Il ricavato dai biglietti di giovedì sera verrà interamente devoluto all’associazione Fiori d’Acciaio.

 

Lo spettacolo è stato autoprodotto e si ringraziano: Elio Intimate Project, La Carrie, HT, l’associazione ‘Anch’io’, La casa del Disco, Albe associazione culturale, Moreno motor company, Be4net e Fiori d’Acciaio.

Condividi questo articolo