Home / Spettacoli  / Dal 6 luglio inizia la stagione estiva del Masini: comicità, danza, opera e musica nel “teatro sotto le stelle” di piazza Nenni

Dal 6 luglio inizia la stagione estiva del Masini: comicità, danza, opera e musica nel “teatro sotto le stelle” di piazza Nenni

Foto: Paolo Cevoli

Al via dal 6 luglio la stagione estiva del Masini. Dodici appuntamenti nel Teatro sotto le stelle di Piazza Nenni / Molinella tra comicità, danza, operetta, musica e tanto teatro per ragazzi e famiglie.

A poche settimane dalla chiusura della Stagione 2021/2022 il Teatro Masini di Faenza è già pronto a presentare al suo pubblico la ricca proposta estiva che, senza soluzione di continuità porta, nel “salotto” teatrale di Piazza Nenni/Molinella – quest’anno finalmente allestito con capienza completa di oltre 400 posti -, la collaudata formula di un cartellone popolare e di qualità, aperto a tutte le età e a diverse espressioni dello spettacolo dal vivo: comicità, Danza, Operetta, Musica e tanto Teatro per Ragazzi e famiglie. Organizzato dall’Amministrazione Comunale di Faenza, Unione della Romagna Faentina e Accademia Perduta/Romagna Teatri, grazie al sostegno di Tampieri Financial Group e Sfera Farmacie, Teatro Masini Estate è diventato, anno dopo anno, un nuovo importante “spazio” di comunità, socialità, divertimento ed emozioni e l’edizione 2022 ne sarà conferma con protagonisti in grado di attirare l’attenzione e la curiosità di un pubblico aperto e preparato come quello faentino.

Gli appuntamenti con la comicità partiranno il 6 luglio con il Paolo Cevoli Show, due ore di battute “a raffica” in cui il celebre comico pone l’accento su vizi e virtù del romagnolo medio, sulla buona tavola della nostra terra e sulla netta superiorità delle donne rispetto all’uomo! Il 28 luglio sarà la volta di Syusy Blady con il suo Miseri per caso, un viaggio un po’ comico e un po’ surreale tra Storia e misteri. Syusy, da viaggiatrice e da Indiana Jones in gonnella, finalmente corregge i sussidiari e mette in dubbio convinzioni che troppo spesso diamo per scontate e che ci impediscono di vedere la verità. Il 9 agosto Maria Pia Timo, insieme alla Mirko Casadei Popular Folk Orchestra, presenterà Il Ballo, un varietà comico-musicale sull’immaginario del mondo delle balere e del “liscio”, genere un tempo bistrattato ma oggi riscoperto e apprezzato anche dalle nuove generazioni. La proposta coreutica vedrà alternarsi i linguaggi della danza moderna e neoclassica con la compagnia del Nuovo Balletto Classico in Poesie in danza il 21 luglio e di quella acrobatica e atletica degli straordinari Kataklò in Back to Dance il 31 agosto, mentre, per quanto riguarda l’Operetta, Corrado Abbati porterà sul palcoscenico di Piazza Nenni le atmosfere parigine con La vedova allegra il 13 luglio.  Come in ogni precedente edizione, una parte importante di Teatro Masini Estate sarà occupata dal Teatro Ragazzi con sei spettacoli, programmati nei lunedì sera di luglio e agosto, portati in scena da alcune delle più importanti Compagnie professionali del settore. Storie buffe e divertenti, di viaggi, scoperte e avventure fantastiche che offriranno preziose occasioni di divertimento per tutti, senza distinzioni di età, cultura o provenienza, perché l’universalità delle fiabe e del Teatro Ragazzi “parla” alle persone in quanto simili e non in quanto singoli.

Mercoledì 6 luglio ore 21.15. Paolo Cevoli. Show

Lo spettacolo proposto dal celebre comico romagnolo trae spunto dal suo vasto repertorio di esperienze teatrali, televisive e cinematografiche, oltre che dai libri che ha pubblicato. Un vero e  proprio one man show in cui, senza soluzione di continuità, i ricordi del Cevoli bambino a Riccione, della sua famiglia di albergatori e della sua adolescenza, si alternano ad argomenti di attualità. Due ore di battute “a raffica” in cui si pone l’accento su vizi e virtù del romagnolo medio, sulla buona tavola della nostra terra e sulla netta superiorità delle donne, delle “azdore”, rispetto all’uomo, superiorità che va avanti fin dai tempi di Adamo ed Eva! Posto unico 25 euro

Mercoledì 13 luglio ore 21.15. Corrado Abbati.

La vedova allegra e libretto Victor Léon e Leo Stein e musica di Franz Lehàr . La Vedova Allegra è un capolavoro di genuina ispirazione dove i protagonisti sono coinvolti in un vorticoso e divertente scambio di coppie, di promesse, di sospetti e di rivelazioni. Un parapiglia che, come è naturale che sia in una operetta, al termine si ricompone nel migliore dei modi con il matrimonio fra la bella vedova Anna Glavari e l’aitante diplomatico Danilo. Posto unico 20 euro

Giovedì 21 luglio ore 21.15. Nuovo Balletto Classico. Poesie in danza.

Coreografie di Marinel Stefanescu, Hektor Budlla, Milena Zullo, attore Riccardo Bursi. Musiche di Debussy, Albinoni, Chopin, Liszt, Beethoven, Bosso, Bloch. Poesie in Danza: dove finisce la voce inizia il movimento è uno spettacolo nato dall’idea di fondere danza e poesia. In questo allestimento il palco è abitato dai movimenti dei danzatori e dalla voce e presenza dell’attore Riccardo Bursi. La luce si accende, le parole scorrono, la danza le interpreta e le trasforma in emozioni. Le musiche, diverse, creano chiari e scuri allo spettacolo rendendolo una rivelazione coinvolgente.

Giovedì 28 luglio ore 21.15. Syusy Blady, Misteri per caso

Con questo spettacolo, il pubblico viaggerà tra miti, curiosità archeologiche e simboli segreti in compagnia di Syusy, una turista “non per caso” che da vent’anni va a caccia di misteri che, se svelati, potrebbero cambiare la storia come crediamo di conoscerla. Syusy, da viaggiatrice e da Indiana Jones in gonnella, finalmente corregge i sussidiari e mette in dubbio convinzioni che troppo spesso diamo per scontate e che ci impediscono di vedere la verità. Syusy, immersa in un mappamondo virtuale, ci racconta 20 anni di viaggi dialogando amabilmente con Dee Madri, saggi del passato ed extraterrestri. Posto unico 20 €

Martedì 9 agosto ore 21.15 Maria Pia Timo e Mirko Casadei Popular Folk Orchestra. Il Ballo di Roberto Pozzi

Il Ballo nasce dall’incontro tra la Mirko Casadei Popular Folk Orchestra, erede della famosa dinastia musicale e Maria Pia Timo, icona della romagnolità al femminile e porta in teatro la storia del liscio ripercorrendo l’evoluzione sociale delle ultime generazioni, attraverso quello di coppia, dagli inizi della Romagna rurale di Carlo Brighi, poi nell’Italia del dopoguerra di Secondo Casadei, passando per i successi nazionali di Raoul, fino alle discoteche ancora semichiuse del presente. Uno spettacolo che vuole raccontare, attraverso i cambiamenti del ballo, in maniera solare la terra di Romagna, tra le cartoline alla “Ciao Mare” della riviera e il lato umoristico del divertimentificio full optional di oggi, celebrando un mondo fatto di locali, mode, successi, fatiche, alti e bassi, e soprattutto la voglia di ballare e di allegria del suo popolo, mai stanco e sempre in giravolta. Posto unico 25 euro.

Mercoledì 31 agosto alle 21.15, Kataklò Athletic Dance Theatre. Back to Dance, di Giulia Staccioli

Giulia Staccioli, insieme all’attivo contributo artistico dei sei danzatori in scena, firma uno spettacolo che accosta frammenti differenti, inediti e di repertorio, portabandiera di un messaggio di speranza: raccogliamo tutti i pezzi, ricostruiamoci, rigeneriamoci, mostriamoci nuovi ma sempre fedeli a noi stessi. Back to Dance si svolge in un tempo unico che affronta quattro tappe differenti: l’umanità, la mitologia, l’eroismo, la leggerezza. L’atletismo e la poesia che hanno reso la compagnia ambasciatrice del Made in Italy nel mondo, tornano ad ammaliare e a diffondere vitalità. Le prospettive sono inevitabilmente cambiate, ma il linguaggio rimane lo stesso. Posto unico 25 euro

Lunedì 4 luglio ore 21.15. Compagnia I Fratelli Caproni, L’omino del pane e l’omino della mela.

Due buffi personaggi, mezzi cuochi e mezzi clown, creatori di storie fantasiose e di ricette, hanno deciso di preparare un lauto pasto a tutti i bambini e di spiegare loro i segreti dei cibi più buoni e della loro realizzazione. Ma uno dei due, molto sbadato, ha comprato solo una pagnotta e una mela… come faranno i nostri cuochi a preparare un pasto per tutti? Così, tra una ricetta un po’ speciale e divertentissimi numeri di clownerie, i due iniziano un viaggio fantasioso all’interno dei cibi, fino ad entrare nel pane dove incontrano un buffo omino – l’Omino del pane appunto – che abita nella pagnotta e che non vuole saperne di farsi affettare… Teatro d’attore, mimo, clownerie. Posto unico 5 euro

Dopo due anni in cui la stagione ha dovuto adattarsi all’emergenza dettata dalla crisi pandemica, la stagione del Masini torna a essere quella di sempre. Capienza piena, teatro all’aperto e senza mascherine quindi per l’estate 2022 del teatro faentino. «Le ultime due stagioni in realtà sono comunque state ragione di contatto con il pubblico e in particolare con bambini e anziani», dice il direttore artistico del Masini Ruggero Sintoni. «La comunità faentina si sta riappropriando dello spazio: la 100 km, la Cena Itinerante, il Palio. Gli eventi di questa estate assumono un sapore civico ancor prima che culturale. Il lavoro degli ultimi due anni di intreccio tra le stagioni riporta a Faenza la programmazione che conosciamo in un’estate straordinaria per attività proposte», aggiunge il sindaco Massimo Isola, «Accanto alla stagione del Masini anche il calendario di eventi all’Arena Borghesi, la stagione di musica classica».