Convegno su Enrico Mattei, venerdì 20 ottobre al Teatro Rasi. 70 anni dalla nascita di Eni

“La visione e l’impegno. Enrico Mattei nella storia della Repubblica” sarà dalle 9 alle 19. Interventi di Vannia Gava (viceministtro ambiente), Lapo Pistelli (direttore Eni), Michele De Pascale e Ilaria Vesentini (Il Sole 24 Ore)

“La visione e l’impegno. Enrico Mattei nella storia della Repubblica” è il titolo del convegno nazionale di studi che si terrà venerdì 20 ottobre 2023 dalle 9 alle 19, al Teatro Rasi, via di Roma, 39 a Ravenna. Voluto dal sindaco Michele de Pascale, il convegno su Enrico Mattei è promosso dalla Fondazione Casa di Oriani che ne ha curato la supervisione scientifica in collaborazione con il Comune di Ravenna e l’Archivio storico dell’ENI.

Il convegno intende approfondire la figura di Enrico Mattei (1906-1962) in occasione dei 60 anni dalla morte e del settantesimo anniversario della nascita dell’ENI, proprio a Ravenna, sede di un importante polo petrolchimico sorto dall’intuizione di Mattei. Interverranno Vannia Gava, vice ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, e Lapo Pistelli, direttore public affairs ENI in dialogo con il sindaco Michele de Pascale, intervistati da Ilaria Vesentini giornalista de “Il Sole 24 ore” sull’attualità dell’eredità di Enrico Mattei.

Il convegno vedrà il coinvolgimento di autorevoli studiosi per tracciare un profilo quanto più possibile esaustivo e aggiornato alle più recenti acquisizioni storiografiche della figura e dell’opera di Mattei, dalla sua partecipazione alla Resistenza dentro il movimento partigiano cattolico all’impegno politico/parlamentare nelle file della Democrazia Cristiana, dalla riorganizzazione dell’Agip alla fondazione dell’ENI (con le sue fondamentali ricadute sull’economia del territorio ravennate), dalla sua visione strategica dei rapporti internazionali, in particolare con l’area mediterranea e mediorientale, che di fatto impronterà gran parte della politica estera italiana, fino alla tragica morte, ancora oggi avvolta da un velo di mistero. Gli atti del convegno saranno pubblicati sull’annale della Fondazione Casa di Oriani, “I Quaderni del Cardello”.

Nella sezione della mattina sono previsti, dopo i saluti di Michele de Pascale, sindaco e presidente della Provincia di Ravenna, i seguenti interventi: Paolo Trionfini (Università di Parma), “Al fianco di tutti per la difesa e la diffusione della libertà. La Resistenza di Enrico Mattei”; Sandro Rogari (Università di Firenze, Fondazione Casa di Oriani), “Mattei parlamentare”; Daniele Pozzi (LIUC, Università Carlo Cattaneo), “Enrico Mattei e la riorganizzazione dell’Agip”; Luciano Segreto (Università di Firenze), “L’America di Mattei. Il Mattei degli americani”; Lucia Nardi (Archivio Storico ENI), “Le carte della segreteria Mattei nell’Archivio storico ENI”.



Nel pomeriggio, dalle 15, prenderanno la parola i seguenti relatori: Bruna Bagnato (Università di Firenze), “L’internazionalizzazione dell’ENI di Enrico Mattei: valori, prospettive, itinerari”; Elena Calandri (Università di Padova), “Reinventare il mare nostrum? Mattei e il nuovo Medio Oriente”; Tito Menzani (Università di Bologna), “Rumori di fabbrica nella ‘città del silenzio’. Enrico Mattei e lo sviluppo industriale a Ravenna”; Giustina Manica (Università di Firenze), “Enrico Mattei, il caso irrisolto. L’ultimo viaggio a Gagliano Castelferrato”.

Successivamente, dalle 18, si parlerà di “Eredità e attualità di Enrico Mattei” nell’intervista a cura di Ilaria Vesentini giornalista de “Il Sole 24 ore” a Vannia Gava, vice ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Lapo Pistelli, direttore public affairs ENI e a Michele de Pascale, sindaco di Ravenna.

Il convegno potrà essere seguito in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della Biblioteca Oriani, nonché sulla pagina Facebook del Comune di Ravenna.

 

Dalla stessa categoria