Home / Economia e imprese  / Conselice, nuovi sport in arrivo. Presto nasceranno una pista di “pump track” e un campo da padel

Conselice, nuovi sport in arrivo. Presto nasceranno una pista di “pump track” e un campo da padel

Foto: La piastra polivalente come si presenta oggi

Il Comune di Conselice ha ottenuto un contributo regionale di 300mila euro per riqualificare e ammodernare il parco sportivo La Tana e i campi da tennis comunali. Grazie a questo finanziamento vedranno la luce una pista di «pump track» per mezzi su ruote non a motore, un campo da padel e una nuova piastra polivalente.

Al parco La Tana è presente una piastra polivalente risalente agli anni ’90, utilizzata prevalentemente per il gioco della pallacanestro e calcetto. La superficie della piastra in cemento si presenta deteriorata in molte parti, risultando difficilmente utilizzabile per la pratica sportiva, inoltre la balaustra perimetrale che delimita il campo da gioco manca in alcuni tratti. Anche l’arredo urbano e l’illuminazione risultano da riqualificare e sostituire. In prossimità della piastra polivalente è presente un bike park, realizzato nel 2012 dal Comune di Conselice, utilizzando terreno proveniente da scavi di lottizzazioni comunali per realizzare un percorso per mountain bike con sali-scendi, curve e paraboliche, modellato sul posto. Tale intervento ha avuto nell’immediato molto seguito e partecipazione di ragazzi giovani creando aggregazione e socialità, ma con esigenza continua di manutenzione (difficile da eseguire per l’ente per costo e tempo) ed essendo una struttura a ingresso libero e non gestito da nessuna società, il percorso nel tempo si è consumato e ricoperto di vegetazione, risultando inutilizzabile.

Per il parco si prevede l’ammodernamento della piastra polivalente utilizzabile per molteplici discipline sportive (calcetto, basket, pallamano e pallavolo) e l’installazione di una «pump track», ovvero una pista adatta ad ogni mezzo che prevede l’utilizzo di ruote (bicicletta, skateboard, pattini a rotella, monopattini), caratterizzata dalla presenza di curve paraboliche e whoops entusiasmanti, un’attrattiva innovativa e in forte sviluppo ancora assente in Bassa Romagna.

Per quanto riguarda l’impianto del tennis, che si trova in via Don Gianstefani 5, risale al 1970 e necessita di essere ammodernato, mediante la realizzazione di strutture sportive di nuova generazione che possano coinvolgere e attrarre persone di tutte le età, per creare socialità e aggregazione all’interno del circolo sportivo. Per questo verrà realizzato un campo da padel, che sostituirà il campo di sabbia da racchettoni già esistente. Il campo da padel è il primo nel territorio comunale e crea un’alternativa sportiva agli sport esistenti a Conselice.

«Siamo soddisfatti per la concessione di questo contributo e per il riconoscimento di una proposta innovativa – ha dichiarato la responsabile dell’Area Territorio Chiara Galla -. C’è stato un importante lavoro di squadra tra l’Amministrazione comunale e tutto l’Ufficio Tecnico per trovare le proposte sportive innovative e adeguate ai luoghi scelti per l’intervento. Con la competenza sportiva del responsabile unico del procedimento, il geometra Luca Emiliani, abbiamo individuato una soluzione nuova per il bike park, in Bassa Romagna, ricercando materiali durevoli nel tempo e proposte attrattive. La realizzazione e l’ammodernamento di questi impianti darà sicuramente una veste di rinnovamento al quartiere residenziale esistente, creando un contesto di socialità e aggregazione all’interno di un’area verde di grande potenzialità per la frequentazione di famiglie e bambini. Considerato che gli impianti sportivi oggetto di interventi si trovano in prossimità di parchi, edifici scolastici e comunque di facile collegamento tra loro, si può pensare a un loro utilizzo in attività scolastiche sovracomunali, gruppi sportivi scolastici pomeridiani e luoghi ricreativi».

Il contributo è stato ottenuto grazie alla legge regionale n.5/2018 (concessione di contributi per investimenti dedicati allo sport) e ammonta a 300mila euro, per una copertura quasi complessiva dell’intervento, il cui costo sarà di 325mila euro.