Home / Attualità  / Ciro Costa di Trail Romagna: «Vogliamo far conoscere le bellezze del territorio». Si inizia dalla “Discesa dei Fiumi Uniti”

Ciro Costa di Trail Romagna: «Vogliamo far conoscere le bellezze del territorio». Si inizia dalla “Discesa dei Fiumi Uniti”

Trail Romagna Ciro Costa

Foto: Ciro Costa, presidente di Trail Romagna

I lidi ravennati sono un tesoro della costa romagnola ancora poco valorizzato ma che riserva scorci nascosti che rivelano paesaggi bellissimi. Trail Romagna ogni anno organizza La Discesa dei Fiumi Uniti, un evento che coinvolge la cittadinanza nella piccola impresa di attraversare i fiumi in canoa per poter scoprire le bellezze naturalistiche e osservare la città da un’altra prospettiva. Nata da un’idea di due persone, Ciro Costa e Giovanni Trabalza, con il tempo si è trasformata in un evento molto seguito ora supportato da sponsor e dagli assessorati comunali.

I due percorsi fra cui scegliere, che non presentano particolari difficoltà, sono lunghi 13 km e attraversano la zona compresa tra la Chiusa di San Marco e Porto Fuori. Molti partecipanti sono neofiti che si lanciano nell’impresa aiutati dai volontari di Trail Romagna, fondamentali per la riuscita del percorso.

Quest’anno l’evento si svolge sabato 21 maggio e le iscrizioni hanno registrato il tutto esaurito in pochissimo tempo, segno che la voglia di ripartire è molta. Essendo un’attività all’aperto, La Discesa dei Fiumi Unit” non si è mai completamente fermata a causa del Covid, se non per il periodo del lockdown, perché è stato possibile studiare un protocollo ottimale seguendo le norme in vigore nel periodo di riferimento e organizzare gruppi ristretti di persone.

«L’obiettivo dell’evento – spiega il presidente di Trail Romagna Ciro Costa – è far conoscere le bellezze del territorio in cui viviamo, sperando di poter trasformare la zona in un parco fluviale come in altre città italiane». Trail Romagna ha già lavorato al progetto per l’istituzione del parco, che non è stato possibile attuare per via delle proprietà private che si susseguono. Un altro grande problema è quello della sicurezza che è studiata unicamente per la riuscita dell’evento ma che necessiterebbe di infrastrutture che permettano la discesa di natanti anche in altri periodi dell’anno. Costa tiene a evidenziare che tutto ciò che è stato costruito è frutto del lavoro dei volontari e non è sufficiente per un numero corposo di persone.

Le attività di Trail Romagna proseguono tutto l’anno, sempre con lo scopo di coinvolgere gente e di valorizzare i siti del territorio, cercando inoltre di costruire percorsi permanenti e migliorare la fruizione dei luoghi. Vanno in questa direzione anche i prossimi eventi.

Giovedì 2 giugno si svolgerà La trafila garibaldina ravennate, un bike tour che parte da Parco Teodorico e ripercorre tutti i luoghi di Garibaldi a Ravenna. Il percorso sarà permanente e costeggiato da pietre mosaicate che contengono i qrcode che serviranno a segnalare i luoghi d’interesse. Seguiranno il 5 giugno Zero Plastica in Baiona con il sostegno di Legambiente, Plasticfree e Slow Food, per ripulire la zona portuale e industriale dalla plastica, e il 24 giugno il Concerto Trekking & bike in collaborazione con Ravenna Festival.