L’ex scuola elementare di Castiglione di Cervia diventerà un centro sociosanitario 

Saranno usati anche i fondi relativi agli ex locali della Cmc, che diventeranno un centro commerciale

L’ex scuola elementare di Castiglione di Cervia diventerà un centro civico e sociosanitario, con i fondi relativi al nuovo centro commerciale in Darsena, nei locali dell’ex Cmc. È stato deciso nella ella seduta del Consiglio comunale di martedì 7 novembre, in cui è stata approvata la delibera “Accordo territoriale per l’insediamento commerciale di rilevanza provinciale di attrazione inferiore da attuare nell’ambito individuato dal Poc tematico darsena sub comparto 08/09dx del comune di Ravenna”.

Illustrata dall’assessora Federica Del Conte, è passata con 28 voti a favore (Pd, Pri, Lista de Pascale, Gruppo misto) e 5 contrari (Forza Italia Berlusconi per Ancarani-Primavera Ravenna, Lista per Ravenna-Polo civico popolare, Fratelli d’Italia, Movimento 5 Stelle). L’assessora Del Conte ha spiegato che l’oggetto della delibera riguarda la perequazione, nell’ambito dell’accordo territoriale tra la Provincia di Ravenna, il Comune di Ravenna e il Comune di Cervia, relativa alla realizzazione di un’area commerciale da parte della Commercianti indipendenti associati nell’area ex Cmc della Darsena di Ravenna.



La Provincia, sentite le amministrazioni di Ravenna e Cervia, ha deciso di destinare il contributo perequativo alla riqualificazione del fabbricato dell’ex scuola elementare di Castiglione di Cervia, che sarà utilizzato come centro civico e sociosanitario. Un intervento che va a completare la recente inaugurazione e apertura della casa della salute a Castiglione di Ravenna. L’opera verrà realizzata con le somme messe a disposizione dalla Commercianti indipendenti associati che rinuncia ad una quota di scomputo di oneri di urbanizzazione secondaria per un importo di più di 172mila euro.

La discussione: secondo Lista per Ravenna e Fratelli d’Italia non c’è bisogno di un altro supermercato

Sono intervenuti nella discussione: Alvaro Ancisi (Lista per Ravenna-Polo civico popolare), Alberto Ferrero (Fratelli d’Italia), Giancarlo Schiano (Movimento 5 Stelle), Nadia Graziani (Pd).

Il gruppo Lista per Ravenna-Polo civico popolare ha evidenziato che in questo caso non c’è ulteriore consumo di suolo, perché si tratta della riqualificazione di un’area già urbanizzata, di cui, però, non c’è bisogno. L’area commerciale che sarà realizzata danneggia le attività di vicinato e perché a Ravenna di centri commerciali ce ne sono già molti.

Il gruppo Fratelli d’Italia ha sottolineato che si tratta di una scelta sbagliata, perché non c’è bisogno di un altro supermercato, mentre sarebbe opportuno sostenere i negozi di vicinato. Inoltre, ha ritenuto incomprensibile che ogni volta che ci sono delle perequazioni ne debba beneficiare il territorio di Cervia.

Il gruppo Movimento 5 stelle ha anticipato il voto contrario per mantenere la propria coerenza con i valori del movimento. Ha posto l’accento a non sottovalutare l’attenzione dei cittadini che sull’argomento della cementificazione è molto alta e ci chiederanno conto alle prossime elezioni, invitando a cambiare rotta e visione del futuro.

Il gruppo Pd ha evidenziato che l’intervento nell’area ex Cmc fa parte dell’importante progetto di riqualificazione della Darsena basato sul non consumo di suolo e la rigenerazione urbana. Inoltre, si affronta il recupero di un edificio storico con la realizzazione di aree verdi e l’utilizzo di fonti rinnovabili. Infine, la comunità di Castiglione potrà contare su nuovi e necessari servizi.

Dalla stessa categoria