Home / Musica  / C’è tempo fino al 15 luglio per iscriversi al primo “Together Green Music Contest”

C’è tempo fino al 15 luglio per iscriversi al primo “Together Green Music Contest”

Foto: un’immagine del video del brano Mare di plastica del 2020

L’associazione Together Tozzi Green organizza il primo Together Green Music Contest per valorizzare la musica come strumento di comunicazione ambientale, in collaborazione con l’associazione Mousiké (con cui, qualche anno fa, aveva realizzato il brano inedito “Mare di plastica”, dedicato alle stesse tematiche.

 

Il Contest è rivolto a cantanti, interpreti, gruppi vocali, strumentali e cantautori, senza limite di genere e di età, purché residenti in Italia. Si potranno presentare sia cover che brani inediti, di qualsiasi genere musicale, purché attinenti al tema della sostenibilità. La giuria artistica di Together ammetterà cioè al contest le produzioni musicali che tratteranno o avranno attinenza con il tema della sostenibilità in senso lato.

 

L’iscrizione al contest è totalmente gratuita.

 

Per partecipare, è sufficiente registrare un video mentre si canta o si suona dal vivo, caricarlo su Wetransfer ed inviare link e modulo di iscrizione entro le ore 18 del 15 luglio. I video selezionati saranno caricati sui social dell’associazione ToGether e dal 25 luglio al 31 agosto sarà possibile votare su instagram l’esibizione preferita.

 

Il 17 settembre, al Teatro Socjale di Piangipane, andrà in scena la finalissima, a cui parteciperanno 8 finalisti: i quattro artisti che avranno ricevuto più likes social, più i quattro scelti dalla giuria artistica. Al termine della serata verrà assegnato il premio al vincitore come migliore esibizione: chi vince avrà a disposizione una sala di registrazione per registrare gratuitamente un brano.

 

Per info

 

Per contatti, info.associazione.together@gmail.com

 

ToGether – Associazione Tozzi Green Odv, è la giovane associazione che opera in partnership con Tozzi Green, società impegnata in Italia e nel mondo sul fronte della diffusione delle energie rinnovabili.

Condividi questo articolo