Home / Spettacoli  / Casa del Teatro di Faenza: per le residenze creative, in arrivo artisti da tutta Italia

Casa del Teatro di Faenza: per le residenze creative, in arrivo artisti da tutta Italia

residenza Casa del Teatro Faenza

Il Teatro Due Mondi, tra i vincitori del bando della Regione Emilia-Romagna, accoglierà tra ottobre e dicembre tre giovani Compagnie, che al termine del periodo di residenza mostreranno al pubblico il proprio lavoro.

 

 «Attraverso un bando, la Regione Emilia-Romagna ha selezionato il Teatro Due Mondi per il triennio 2022-2024 come uno dei cinque progetti di Residenze per Artisti nei Territori»: Alberto Grilli, direttore artistico del Teatro Due Mondi introduce il contesto progettuale che permetterà di accogliere alla Casa del Teatro di Faenza, a partire da mercoledì 5 ottobre fino a fine dicembre 2022, tre giovani Compagnie italiane che potranno lavorare sui loro nascenti spettacoli, condividendone gli esiti in itinere con alcune classi delle scuole del territorio ma anche con le cittadine e i cittadini che lo desiderano.,

 

«Siamo felici della lunga collaborazione con l’Associazione Scenario, di cui siamo soci dal 2000, grazie alla quale incontriamo gli artisti che abitano la nostra Casa in queste preziose residenze creative» aggiunge Alberto Grilli «Nella selezione realizzata dalla Regione Emilia-Romagna si è valutato, in particolare, il profilo qualitativo del soggetto proponente e delle figure professionali coinvolte, il progetto di accompagnamento artistico e la capacità di sviluppare azioni innovative con altri progetti di residenza. Le residenze artistiche, riconosciute dal 2014 dal Ministero della Cultura che le sostiene attraverso un cofinanziamento Stato-Regione, sono luoghi di creazione e di sperimentazione, che favoriscono la mobilità degli artisti e quindi il rinnovamento dei processi creativi, importanti per il teatro, la danza e la scena contemporanea e funzionali al ricambio generazionale».

 

Nello specifico, alla Casa del Teatro di Faenza dal 5 al 10 ottobre e poi dal 21 al 29 novembre sarà presente il Progetto Seppur di Frascati (RM) al lavoro su Ninnoli, Menzione Speciale Premio Scenario Infanzia 2022; dal 20 ottobre al 3 novembre Salvatore Cannova (Altofonte, PA) proseguirà la ricerca su La festa di fine anno, spettacolo finalista al Premio Scenario Infanzia 2022 mentre in tre distinti periodi, dal 14 al 17 novembre, dal 5 all’11 dicembre e dal 19 al 22 dicembre, la Compagnia Baladam B-Side di Mirandola, in provincia di Modena, affinerà California Under Routine, Menzione Speciale Premio Scenario Infanzia 2022.

«Un nuovo progetto accompagnerà il nostro impegno nel triennio 2022/24, Epifania delle Residenze / Residenza dello spettatore» conclude Alberto Grilli «Se il teatro è il luogo dove l’azione dell’attore incontra lo sguardo dello spettatore, in una relazione concettualmente “alla pari”, possiamo offrire anche a chi osserva la scena uno spazio-tempo in cui elaborare il proprio esserci: nella centralità, nella responsabilità e nella creatività dell’essere spettatore. Ecco allora un’occasione di confronto, riflessione, elaborazione riservata agli spettatori, strutturata sulla falsariga delle residenze creative degli artisti. Un percorso originale e sperimentale: qui gli spettatori rielaborano autonomamente il proprio ruolo, alla ricerca di una propria (ri)definizione o semplicemente alla scoperta di altri spettatori e di altri modi di essere tali».

 

 

Info sulla Compagnia: https://teatroduemondi.it/.

 

Condividi questo articolo