Home / Attualità  / Boom di Fratelli d’Italia anche a Ravenna. Il PD resta primo partito, sconfitta clamorosa per Bakkali

Boom di Fratelli d’Italia anche a Ravenna. Il PD resta primo partito, sconfitta clamorosa per Bakkali

meloni

Il centrodestra conquista l’Italia, questo è il risultato delle elezioni del 25 settembre 2022, con un vantaggio abbondante, il 43,85% alla camera e il 44,11% al senato. A scrutinio quasi ultimato, schiacciante la vittoria di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che supera il 26% e diventa il primo partito del Paese (ndr, il partito era fermo al 4% dei consensi nel 2018). Mentre si piazza al secondo posto il centrosinistra con 26,29% e 26,12%. Si conquista il terzo posto il Movimento 5 Stelle con il 15,25% alla camera e il 15,40% al senato. Il terzo polo sfiora l’8% con 7,82 alla camera e 7,78 al senato.

 

La vittoria del centrodestra ha avuto ripercussioni anche in Romagna, dove la coalizione si aggiudica in pratica tutti i collegi uninominali. Clamorosa la vittoria nel collegio uninominale della Camera di Ravenna, del centrodestra-Fratelli d’Italia con Alice Buonguerrieri (37,32%, pari a 75.596 voti), contro la super favorita del PD Ouidad Bakkali (37,30%, pari a 75.547 voti), che ha perso quindi per soli 49 voti. 

 

Bene anche il senatore di Fratelli d’Italia Alberto Balboni che vince con il 42% nel collegio uninominale Ravenna-Ferrara del Senato, contro la candidata Pd faentina Manuela Rontini (34%). E ancora, sempre al senato – nell’altro collegio romagnolo di Rimini, Forlì e Cesena – ha vinto la brisighellese di Fratelli d’Italia Marta Farolfi (42%) contro Simona Viola di +Europa (33%). Alla camera, nel collegio uninominale di Forlì-Cesena, vince la candidata di Forza Italia Gloria Sacchetti Jotti (40%) contro l’ex presidente della provincia PD Massimo Bulbi (34%). Nel collegio uninominale di Rimini alla camera, infine, viene eletto il leghista Jacopo Morrone (42,7%) contro l’ex sindaco di Rimini Andrea Gnassi (35%). 

 

Sono il 71,08% i votanti del Comune di Ravenna che si sono impegnati ad andare alle urne: 41.573 uomini, 43.382 donne per un totale di 84.955 persone.

Circa il 96,39% dei voti per la Camera sono risultati validi ovvero 81.974 schede valide, 986 schede bianche (1,16%) 1.989 di schede nulle (2,34%) e 6 schede contrassegnate e non assegnate (0,01%). Alla camera, la lista che ha avuto i risultati migliori a Ravenna è il PD con 29,67% (23.588 voti) mentre Fratelli d’Italia ottiene il 23,84% (18.955 voti), segue il Movimento 5 Stelle con il 10,57% (8.408 voti). Al quarto posto Azione-Italia viva con 8,58% (6.823 voti), la Lega ottiene il 6,86% (5.457 voti), Forza Italia il 5,47% (4.348 voti). I Verdi e +Europa si mantengono fra il 3 e il 4% con rispettivamente 3,72% (2.956 voti) e 3,40% (2.704). Nel complesso, la coalizione di centrosinistra resta prima nel Comune di Ravenna con il 37,35% dei voti, contro il 36,30% del centrodestra.

 

Per il Senato il 96,41% (79.751 schede) di voti validi, 1.016 schede bianche (1,23%), 1.947 schede nulle (2,35%), 9 schede contrassegnate e non assegnate (0,01%). Anche per il senato il PD è al primo posto con il 29,70% (23.688 voti), seguono Fratelli d’Italia con il 23,75% (18.943 voti), sempre al terzo posto il movimento 5 stelle con il 10,49% (8.368 voti). Segue Calenda con l’8,49% (6.769 voti). Quinto posto per la lega con il 6,93% (5.524 voti) e successivamente Forza Italia con 5,40% (4.309 voti) sempre sotto il 4% Verdi 3,81% (3.035 voti) e +Europa 3,52% (2.806 voti).

Condividi questo articolo