Home / Economia e imprese  / Bassa Romagna: si conclude il progetto europeo sull’efficientamento energetico degli edifici pubblici

Bassa Romagna: si conclude il progetto europeo sull’efficientamento energetico degli edifici pubblici

Il_meeting_di_Riva_del_Garda

Foto: meeting Riva del Garda del 22 e 23 marzo

Nelle giornate del 22 e 23 marzo al centro congressi di Riva del Garda si sono tenuti gli eventi conclusivi del progetto europeo Target-Ce, ai quali ha partecipato anche l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna.

Alla due giorni la Bassa Romagna ha potuto condividere l’esperienza maturata grazie al progetto Energy@School (capitalizzato proprio nell’ambito di Target-Ce) e così proseguire lungo il percorso di miglioramento energetico degli edifici pubblici, a partire dalle scuole.

Nel pomeriggio di martedì il consorzio di Target-Ce si è riunito per l’ottavo e ultimo meeting durante il quale sono stati analizzati i risultati raggiunti. La giornata di mercoledì è stata invece dedicata alla presentazione del progetto in un evento pubblico: l’Ufficio Europa della Bassa Romagna ha potuto raccontare l’esperienza maturata grazie a Energy@School e riflettere sul percorso svolto nei due anni di attività.

L’esperienza di Energy@School è stata prima sperimentata nella scuola secondaria di primo grado Luigi Battaglia di Fusignano e poi replicata in altre sei scuole medie della Bassa Romagna: Luigi Grazianidi Alfonsine, San Francescodi Bagnara di Romagna, Felice Forestidi Conselice, Antonio Stoppani di Lavezzola, Salvo D’Acquisto di Massa Lombarda e Giovanni Pascolidi Sant’Agata sul Santerno. Con il supporto degli uffici tecnici comunali e degli insegnanti referenti è stato possibile coinvolgere 15 classi, per un totale di 323 studenti, in attività di riflessione sul comportamento energetico e di monitoraggio dei consumi elettrici e termici all’interno degli edifici scolastici, grazie all’utilizzo dell’app dedicata e dei sensori installati in diversi locali delle scuole.

L’azione educativa dell’Unione nell’ambito di Target-Ce non si è fermata a Energy@School: attraverso la campagna di sensibilizzazione GreenSoul, ideata dal partner austriaco Weiz, i dipendenti dell’Unione con sede al Carmine di Lugo sono stati invitati ad adottare abitudini energetiche più sostenibili sul posto di lavoro. Su un altro fronte ancora, il progetto Bostee-Ce del partner trentino Fondazione Bruno Kessler è stato capitalizzato in Bassa Romagna attraverso l’integrazione delle diagnosi energetiche di 25 edifici pilota distribuiti nei nove Comuni all’interno di una piattaforma a disposizione di tecnici e professionisti per una più attenta pianificazione energetica delle città.

«Giunge al termine un percorso progettuale sfidante, denso di eventi e di attività che l’Unione dei Comuni ha realizzato per condividere i progressi e diffondere i risultati presso i tanti stakeholders interessati – ha dichiarato Riccardo Graziani, sindaco referente per le Politiche europee dell’Unione della Bassa Romagna -. Nei prossimi mesi sarà importante mantenere l’impegno verso l’efficienza energetica degli edifici pubblici, tema più che mai cruciale nell’attuale momento storico anche per il territorio della Bassa Romagna».

Condividi questo articolo