Home / Cibo  / Al Tonino Guerra di Cervia proseguono i laboratori di cucina romagnola promossi dall’associazione Casa delle Aie

Al Tonino Guerra di Cervia proseguono i laboratori di cucina romagnola promossi dall’associazione Casa delle Aie

laboratori cucina romagnola

Sono ripresi dopo un lungo periodo di sospensione dovuto alla pandemia, i “Laboratori di Cucina romagnola” promossi dall’Associazione Culturale Casa delle AIE rivolti alle sei classi seconde dell’IPSEOA (Istituto Alberghiero) “Tonino Guerra” di Cervia.

Le iniziative sono mirate a recuperare e a valorizzare le tradizioni gastronomiche cervesi e romagnole. Per l’Istituto Alberghiero il coordinamento è del Prof. Domenico Magnifico ed è prevista la collaborazione degli insegnanti di Sala e vendita e di Enogastronomia. Il coordinamento per l’Associazione Culturale Casa delle AIE è a cura di Miriam Montesi e di Mario Stella. Protagonista dei laboratori è Marina Rosetti, nella sua qualità di “sfoglina” e di esperta delle tradizioni gastronomiche romagnole.

Il primo laboratorio si è svolto lunedì 16 gennaio ed ha visto la partecipazione di 21 alunni della classe seconda C.

I laboratori sono in programma dal 16 gennaio al 4 febbraio, nelle giornate di lunedì (dalle ore 11,15 alle 15,05) e al sabato (dalle ore 9,20 alle 13,05). Gli orari dei laboratori sono definiti in base agli orari delle lezioni.

Il calendario dei laboratori prosegue quindi nelle seguenti date:

– Sabato 21 gennaio, Classe 2ª D;

– Lunedì 23 gennaio, Classe 2ª B;

– Sabato 28 gennaio, Classe 2ª E;

– Lunedì 30 gennaio, Classe 2ª A;

– Sabato 4 febbraio, Classe 2ª F.

Gli studenti vengono accompagnati alla scoperta delle seguenti specialità tipiche romagnole: tagliatelle, tagliolini, strozzapreti, cappelletti e ravioli burro e salvia, con la guida di Marina Rosetti. . È l’occasione per conoscere come si fa la pasta sfoglia, come si usa il matterello, come si prepara l’impasto dei primi piatti della tradizione romagnola.

I ragazzi vivono l’esperienza straordinaria di manipolazione e preparazione di questi piatti e cibi tradizionali. Il momento conclusivo dell’iniziativa è naturalmente quello più gustoso. I primi piatti preparati nell’arco della mattinata e del primo pomeriggio vengono degustati dalle ragazze e dai ragazzi protagonisti dei Laboratorio di cucina. È un momento che gli studenti dimostrano di gradire particolarmente e che è la degna conclusione di un’esperienza diretta di scoperta dei cibi tradizionali e delle specialità tipiche locali.

  • unika