Home / Cibo  / A Cotignola, questo weekend, i 60 anni della “Sagra del vino tipico romagnolo”

A Cotignola, questo weekend, i 60 anni della “Sagra del vino tipico romagnolo”

sagra del vino

A Cotignola si accendono i riflettori sulla tradizionale “Sagra del vino tipico romagnolo”, la collaudata manifestazione che giunge quest’anno alla sua 60esima edizione. La festa è in programma da giovedì 6 a domenica 9 ottobre nel centro storico.

 

A far da cornice alla manifestazione, che si contraddistingue da sempre per l’ottimo vino e per le peculiarità gastronomiche, ci saranno numerose proposte ludiche, artistiche e culturali: mostre fotografiche e d’arte, laboratori e letture per bambini, mercatino e hobbisti.

 

Lo stand gastronomico «La ca’ di mèt» apre ogni sera alle 19 (la domenica anche a pranzo) e propone cappelletti, orecchioni, garganelli curzul e polenta; carne alla griglia e stufato di pecora con patate; patate fritte e verdure gratinate; taglieri misti e vegetariani; piadina e pizza fritta farcita e non, oltre a diversi dolci.

 

Inoltre, ogni sera a partire dalle 21 piazza Vittorio Emanuele II ospiterà uno spettacolo di musica.

 

Si comincia giovedì 6 ottobre alle 18.30 con l’accensione della fontana di Bacco e il brindisi beneaugurale per l’inizio della nuova edizione. Alle 21, in piazza Vittorio Emanuele II, lo spettacolo musicale del giovane gruppo pop rock «Onde Radio».

Venerdì 7 ottobre alle 21 la musica de «i Big Band», con i più grandi successi della musica dance e soul.

Sabato 8 ottobre due appuntamenti dedicati ai bambini: il primo alle 10.30 alla biblioteca comunale con le letture per bimbi dai 3 anni «C’era una volta… La volpe e l’uva». A seguire, alle 14.30 alla Scuola arti e mestieri il laboratorio dai 6 anni «Brocca Galletto», realizzazione di piccole brocche in argilla.

La giornata prosegue alle 16 in piazza l’apertura di un «ufficio postale distaccato temporaneo» dotato dell’annullo filatelico dedicato alla 60esima Sagra del vino tipico romagnolo, a cura del circolo filatelico numismatico cotignolese «Luigi Ballardini».

Alle 16.30 nella sala consigliare del municipio è in programma la conferenza «L’importanza della viticoltura nel comune di Cotignola». Interverranno Giordano Zinzani, enologo ed esperto vitivinicolo e Giovanni Nigro, responsabile della filiera vitivinicola si Ri.Nova.

Sabato torna in piazza Vittorio Emanuele II anche la Festa dello sport, a cura dell’Amministrazione comunale e delle associazioni sportive del territorio. Un ricco programma di iniziative cominciato la scorsa settimana con incontri e attività ludico-motorie all’interno delle scuole che vede il suo momento culminante alle 16.30 con la parata delle associazioni sportive, accompagnate dalla Banda filarmonica Ludovico Ariosto della Città di Ferrara, e le consuete premiazioni delle eccellenze sportive.

Alle 21 si prosegue con lo spettacolo musicale «Abba Show», un tributo alle musiche dei mitici Abba.

Domenica 9 ottobre si parte alle 10 con una camminata sull’argine del fiume «Alla ricerca delle erbe spontanee» con Luciana Mazzotti. Si prosegue alle 10.30 con la festa della Madonna del rosario, che prevede la processione dalla chiesa della collegiata e a seguire la santa messa. Durante l’intera giornata e tutti i pomeriggi della sagra del vino c’è la pesca di beneficenza presso i portici della collegiata; il ricavato andrà a favore delle opere parrocchiali.

Alle 11 merenda contadina nel giardino di Casa Varoli a cura de E’ Pastrocc e alle 12 apertura dello stand gastronomico che sarà attivo fino alla sera. In piazza dalle 15 ci sarà il rito della pigiatura dell’uva a piedi scalzi, come una volta, accompagnata dai ballerini delle Comete di Romagna e dalla musica dei Melardot.

 

Numerose le mostre che inaugurano in occasione della sagra: giovedì 6 alle 17 inaugura «Gemmazioni». Varoli tra storia e contemporaneità. Una mostra permanente allestita negli spazi del municipio. Alle 18.30 a Palazzo Sforza apre al pubblico «Un quasi censimento», mostra fotografica del maestro ravennate Daniele Casadio.

Venerdì 7 alle 18 alla chiesa del Pio suffragio invece si può visitare una speciale mostra dal titolo «Guardare e vedere le differenze». Un progetto che nasce da un laboratorio con i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado con lo scopo di promuovere la consapevolezza sulle differenze di genere.

Inoltre, nel chiostro della collegiata di Santo Stefano saranno allestite altre due mostre visitabili da giovedì 6 a domenica 9 dalle 14 alle 22: «Le gite parrocchiali» (mostra fotografica), ed «Esposizione di targhe devozionali» a cura di Eleonora Dalmonte.

 

Cotignola Invita, la rete d’impresa del territorio, propone due postazioni: aperitivi, street food e dj set nel giardino della Torre d’Acuto (da giovedì a sabato dalle 19 e domenica dalle 14) e «via Cavour» (solo domenica dalle 14).

 

Tutte le sere le vie del paese saranno animate dalle bancherelle del mercatino con hobbistica, vintage, prodotti tipici.

 

Tornano anche i ragazzi di E’ pastròcc che venerdì e sabato dalle 19 e domenica dalle 11, nel giardino di Casa Varoli accolgono tutti quelli che hanno voglia di divertirsi e stare insieme bevendo un buon drink e sorseggiando un po’ di vino nel famoso Gotto di Bacco.

 

La sagra del vino ospita anche quest’anno Degusto con gusto: giovedì, venerdì e sabato dalle 19 aspetta i visitatori nei pressi della piazza con la baracchina e le sue specialità.

 

La Sagra del vino tipico romagnolo è organizzata dalla Pro Loco di Cotignola, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Condividi questo articolo