Home / Attualità  / A CNA Ravenna ricostituito il CUPLA-Coordinamento Unitario Pensionati del Lavoro Autonomo di Ravenna

A CNA Ravenna ricostituito il CUPLA-Coordinamento Unitario Pensionati del Lavoro Autonomo di Ravenna

Foto: i componenti del CUPLA al centro il coordinatore Casimiro Calistri

Presso la sede della CNA territoriale di Ravenna, è stato eletto il nuovo CUPLA – Coordinamento Unitario Pensionati Lavoro autonomo di Ravenna, ricostituito a livello provinciale.

Il Coordinamento era rimasto attivo sino al 2019. L’iniziativa è ripartita con l’adesione delle organizzazioni dei pensionati aderenti alle sette associazioni imprenditoriali dell’artigianato, del commercio e dell’agricoltura della provincia di Ravenna: ANAP Confartigianato Ravenna, CNA PENSIONATI Ravenna, Associazione Pensionati C.I.A. Romagna, 50 e più Confcommercio Ravenna, FIPAC Confesercenti Ravenna, Federpensionati Coldiretti Ravenna, ANPA Confagricoltura Ravenna.

All’incontro, sono intervenuti i rappresentanti delle Associazioni provinciali dei pensionati di riferimento i quali hanno provveduto all’elezione all’unanimità delle cariche sociali.

Il Coordinatore del CUPLA provinciale di Ravenna è Casimiro Calistri di CNA Pensionati Ravenna, vicecoordinatori sono Livio Dalla Vecchia della Fipac Confesercenti e Giancarlo Merendi della Ferpensionati Coldiretti mentre il segretario è Massimo Cameliani (CNA Ravenna).

Casimiro Calistri ha sottolineato che a Ravenna i pensionati del lavoro autonomo sono raddoppiati negli ultimi 20 anni. Tra i temi che CUPLA intende mettere a fuoco ci sono, in particolare, la condivisione con Ausl della Romagna delle azioni e strategie riguardanti la sanità territoriale.

Inoltre il coordinatore Calistri ha individuato le finalità da perseguire: «favorire il riconoscimento pieno del ruolo degli anziani nella nostra società, rappresentare gli interessi dei pensionati, sebbene in un contesto sociale non particolarmente idoneo, lavorare perché gli anziani possano invecchiare in un contesto di qualità e lungimiranza e nella prospettiva di un futuro attivo e dignitoso».

I recenti studi hanno, infatti, sottolineato che se l’età avanza e l’aspettativa di vita aumenta, aumentano anche le esigenze di servizi della platea di anziani, una platea composita, visto che un anziano di 60 anni e uno di 80 hanno bisogno di un’attenzione diversa. Per questo il lavoro del CUPLA di Ravenna sarà quello di coinvolgere tutti i pensionati andando a sensibilizzare anche i non iscritti per arrivare a toccare tutte le fasce più deboli.

Condividi questo articolo